Leggi jaywalking della California devono essere camminato indietro

In sintesi

I neri sono gli obiettivi più frequenti delle leggi che danno priorità alle strade per le auto piuttosto che ai pedoni.

Immagine del Profilo

Da Anne Stuhldreher, Speciale per CalMatters

Anne Stuhldreher dirige La Finanziaria del Progetto sulla Giustizia nell’ufficio del tesoriere della città e della contea di San Francisco ed è un membro con l’Aspen Institute Finanziario del Programma di Sicurezza, [email protected]

Richard Milton uscì dal suo appuntamento con il medico in Culver City nel sole di mezzogiorno. Doveva tornare nel garage che chiama casa. Nero, 66, e un veterano dell ” esercito orgoglioso, Milton ha lottato con i senzatetto per anni. “Il garage è il mio santuario”, ha detto. “Ho la privacy lì.”

Milton guardò in entrambe le direzioni prima di attraversare la strada a metà strada. Era quasi alla fermata dell’autobus quando una macchina della polizia ha rallentato, luci lampeggianti. Due ufficiali lo hanno scritto per jaywalking – una citazione di $198 che è salita rapidamente a più di $500 grazie alle tasse in ritardo (chiamate valutazioni civili), valutate dopo che non poteva pagare.

OVERCHARGED prende uno sguardo all’interno di come multe e tasse ingiuste criminalizzano la povertà in California. La serie racconta le storie di persone avvolte da questo approccio di aumentare le entrate e gli attivisti che lottano per la riforma.

“È stato imbarazzante essere fermato in pubblico e trattato come se avessi appena commesso un crimine grave”, ha detto.

La sua esperienza incapsula il motivo per cui una coalizione in crescita sta sostenendo il Freedom to Walk Act, Assembly Bill 1238, che abrogherebbe le leggi sulla jaywalking della California. Scritto da Assemblymember Phil Ting, un democratico che rappresenta San Francisco, il disegno di legge renderebbe legale attraversare la strada come ha fatto Milton, come molti di noi fanno: in un buon senso, modo sicuro. Schiaffeggiare le persone con multe per comportamenti ordinari e logici non rende le nostre strade più sicure. In realtà, fa più male che bene.

Il termine “jaywalking” ha una storia che racconta. Nei primi anni del 20 ° secolo, “jay” era gergo comune per un hick o rube. Il termine “jaydriver” si riferiva a persone che guidavano il loro cavallo e il loro buggy sul lato sbagliato della strada. Quando le automobili iniziarono a dominare le strade, le morti dei pedoni aumentarono e il termine “jaywalking” fu coniato dai club automobilistici e dai produttori negli 1930 per spostare la colpa degli incidenti dai conducenti ai pedoni.

Oggi, jaywalking è qualcosa che quasi tutti fanno,ma pochi sono biglietti. Il colore della vostra pelle e dove si vive sono i migliori predittori di se sarete così fortunati, secondo un rapporto del Comitato avvocati per i diritti civili della Bay Area.

A Los Angeles, i neri costituiscono il 9% della popolazione ma ricevono il 31% delle citazioni di jaywalking, secondo i dati del California Racial Identity and Profiling Act analizzati dalla California Bicycle Coalition. In tutto lo stato, i neri hanno fino a quattro volte più probabilità di essere biglietti per jaywalking rispetto ai bianchi.

Non solo la polizia ha una presenza generalmente più pesante nelle comunità nere, le forze dell’ordine possono usare il jaywalking come pretesto per fermare le persone che in qualche modo suscitano sospetti.

I quartieri più poveri, più neri e più scuri hanno maggiori probabilità di essere attraversati da strade pericolose che mancano di incroci, illuminazione e marciapiedi adeguati. La maggior parte delle persone sarebbe più propensa ad attraversare il blocco intermedio se si tratta di un quarto di miglio a piedi fino al prossimo incrocio legale.

“Le leggi Jaywalking vanno in gran parte non applicate nelle comunità benestanti in tutto lo stato, dove le persone camminano liberamente senza conseguenze”, ha detto Rio Scharf, un avvocato con il Comitato degli avvocati per i diritti civili della Bay Area, uno sponsor del disegno di legge. “Ma nelle comunità che serviamo, sono una causa di arresti discriminatori della polizia e di un significativo debito giudiziario.”

La discrepanza colpisce quelli meno in grado di permetterselo con pesanti multe e tasse. In alcune contee della California, l ” incapacità di pagare multe o manca una data del tribunale sono motivi di arresto. Che senso ha accumulare centinaia di dollari di costi su persone come Milton per camminare in sicurezza fino a una fermata dell’autobus?

Non è che la sicurezza dei pedoni non sia importante. Il tasso di mortalità pedonale della California è quasi del 25% superiore alla media nazionale, secondo l’Ufficio della California per la sicurezza del traffico.

Ma non possiamo andare in strade più sicure. L’attenzione dovrebbe essere rivolta alla progettazione di paesaggi stradali intelligenti che siano incentrati sulle persone,non sull’auto.

Le strade dovrebbero avere marciapiedi sufficienti, lampioni funzionali multipli e abbondanti incroci stradali sicuri. Le passerelle dovrebbero essere ampliate, meglio illuminate e cronometrate per dare agli escursionisti più tempo per attraversare la strada.

Facciamo rallentare le auto. Installare dossi. Ban svolta a destra al semaforo rosso, che aumenta gli incidenti pedonali del 60%.

Gli avversari dicono leggi jaywalking proteggere i pedoni. Ma le organizzazioni pedonali della California sono i più grandi sostenitori del disegno di legge. “È ora di smettere di incolpare i pedoni per aver cercato di navigare nelle strade che troppo spesso danno priorità alle auto e al traffico veloce”, ha affermato John Yi, direttore esecutivo di LA Walks.

La Virginia è diventata recentemente il primo stato a depenalizzare il jaywalking e il procuratore generale di New York ha raccomandato lo stesso.

Ora è il momento per la California di riformare questa situazione ingiusta. La prossima fermata per AB 1238 è la Commissione per i trasporti del Senato. Spero che la commissione ascolti gente come Milton.

“La legge jaywalking non mi ha reso al sicuro”, ha detto. “Mi ha punito per aver fatto qualcosa che sapevo fosse sicuro.”

Altri articoli della serie Overcharged

Contattare Anne Stuhldreher a [email protected] e seguila su Twitter @ AnneStuhldreher.

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.